Lo scorso marzo il consigliere agli Stati Daniel Jositsch (ZH), gruppo socialista, ha depositato la mozione 20.3023, in cui si chiede di rendere obbligatoria la videosorveglianza nei macelli. L’8 maggio 2020 il Consiglio federale ha proposto di respingere il testo. Secondo la legislazione vigente, il macello designa una persona responsabile di controllare la corretta esecuzione delle uccisioni. Tuttavia, un’analisi effettuata dall’USAV fra gennaio 2018 e marzo 2019 in 67 macelli ha rilevato che in numerosi casi tale controllo autonomo mancava del tutto o non veniva…Continua a leggere “Il Consiglio federale dice no alla videosorveglianza nei macelli”

Lo scorso marzo il consigliere nazionale Martin Haab (UDC/ZH) ha depositato la mozione 20.3021, che chiede di vietare l’importazione del foie gras in Svizzera. Il 13 maggio 2020 il Consiglio federale ha proposto di respingere il testo.   Il consigliere nazionale zurighese nella mozione ricorda che “sono sempre più numerosi i paesi che rifiutano l’idea che gli animali debbano subire sofferenze indescrivibili ed enormi solo per il « piacere » discutibile di singoli individui”.  In Europa l’ingozzamento di oche e anatre è vietato nella maggior…Continua a leggere “Il Consiglio federale respinge la mozione per vietare l’importazione del foie gras”

Dopo una legislatura caratterizzata da una grande maggioranza di eletti espressisi contro gli animali, i risultati delle elezioni del 20 ottobre ci fanno sperare bene. Al Consiglio nazionale, 60 eletti su 200 si sono dichiarati a favore degli animali. Di questi, 43 sono stati confermati dalla precedente legislatura, in cui hanno effettivamente votato a favore degli animali. Al Consiglio di Stato, 9 eletti su 46 si sono dichiarati pro animali. Di questi, 7 sono stati confermati dalla precedente legislatura, in cui hanno effettivamente votato a…Continua a leggere “Finalmente un Parlamento a favore degli animali. O quasi!”

Lo scorso 25 settembre, il Consiglio nazionale ha deciso di respingere, con 114 voti contro 60, l’iniziativa parlamentare 18.491, depositata il 14 dicembre 2018 dalla Consigliera nazionale Maya Graf (Verdi/BL). La Commissione della scienza, dell’educazione e della cultura (CSEC-CN) già il 24 maggio 2019 aveva proposto di respingere il testo con 17 voti contro 8, adducendo che la sperimentazione animale è “indispensabile”. Il fatto che solo il 2,8% degli animali subisce esperimenti dolorosi o mortali dimostrerebbe “che l’attuale legislazione garantisce nel complesso una ricerca responsabile…Continua a leggere “La Svizzera non vieterà gli esperimenti dolorosi sugli animali”

Chi difende gli animali? Le elezioni federali si svolgeranno il 20 ottobre 2019. In questa occasione, i 200 consiglieri nazionali ed i 46 consiglieri agli Stati delle nostre due camere federali saranno eletti per un nuovo periodo 4 anni. Abbiamo bisogno di eletti che tutelano gli animali! A partire da Giugno 2019, i risultati basati sulle risposte ottenute in seguito all’invio di un questionario agli eletti e candidati all’elezione nonchè su una ricerca svolta sulle prese di posizione ed oggetti depositati in parlamento federale o…Continua a leggere “Elezioni federali 2019”

kantonsrat-zuerich-fluglaerm-staatsvertrag-deutschland.jpg

Degli 11 membri della commissione, tre provengono dalla protezione degli animali. Alcuni deputati UDC e UDF del Gran Consiglio hanno depositato un’iniziativa parlamentare per ritirare loro il diritto di ricorso. Depositata al Gran Consiglio zurighese il 20 agosto 2018 dai tre deputati Claudio Schmid (UDC/SVP), Benjamin Fischer (UDC/SVP) e Hans Egli (UDF/EDU), l’iniziativa parlamentare KR-Nr. 230/2018 chiede una modificazione della legge cantonale sulla protezione degli animali. Attualmente l’articolo 12 dispone che la commissione per gli esperimenti sugli animali è abilitata a presentare un ricorso contro…Continua a leggere “Zurigo – Tentativo di indebolire il diritto di ricorso della commissione per gli esperimenti sugli animali”

950x350-udc-plr-edu-fr.jpg

In generale, che sia in Parlamento federale o nei cantoni, le azioni portate avanti contro gli animali provengono sempre da questi partiti. Vi si trova una grande maggioranza di eletti che si oppongono sistematicamente a qualsiasi provvedimento che consenta di migliorare la sorte degli animali. Se sostenete uno di questi partiti, interpellate i vostri eletti sulle loro azioni contro gli animali. E se del caso, sostenete quei candidati che invece si impegnano per gli animali. Le prossime elezioni federali si svolgeranno nell’ottobre 2019. Se ripartiamo…Continua a leggere “UDC, UDF, PLR, degli eletti che votano contro gli animali”

lapins-motion-aebischer.jpg

Voto quasi storico questo mercoledì 7 giugno 2017 in Parlamento federale. Il Consiglio nazionale ha accettato con 97 voti contro 77 e 17 astensioni, la mozione 15.3832 depositata il 10 settembre 2015 dal Consigliere nazionale socialista Matthias Aebischer (BE). La mozione incarica il Consiglio federale di decretare il divieto di importare prodotti ottenuti infliggendo sofferenze agli animali. Per Matthias Aebischer, gli articoli 18 della legge sull’agricoltura (LAgr) e 14 capoverso 1 della legge sulla protezione degli animali (LPAn) consentono, per motivi di protezione degli animali,…Continua a leggere “La mozione « Vietare l’importazione di prodotti ottenuti infliggendo sofferenze agli animali » accettata dal Consiglio nazionale”

Il Consiglio degli Stati ha trasmesso tacitamente al Consiglio federale, il 13 dicembre 2016, la mozione 15.3958 « Inasprire le sanzioni penali contro il commercio illegale di specie minacciate », depositata dal Consigliere nazionale PDC Guillaume Barazzone (GE) il 24 settembre 2015. Nella sua mozione, Guillaume Barazzone ha fatto presente che un gran numero di specie di fauna e flora sono in via di estinzione segnatamente a causa del bracconaggio, della pesca e del commercio illegale di queste specie. Questo traffico genera diversi miliardi di dollari…Continua a leggere “La Svizzera sarà più severa contro i trafficanti di specie minacciate”